Domenica mattina, il 16 gennaio, Kostas Miras,

nota sul mare mosso una nave speciale… era la RAINBOW WARRIOR di GREENPEACE!


Kostas comunicò immediatamente queste informazioni al Presidente di Elafonisos Eco, Enrico Toja.

Vini Filippi,


membro e consulente della nostra Associazione, era appena arrivata a Punta, il porto di fronte all’Isola di Elafonisos, per partecipare ad un’iniziativa di “raccolta rifiuti plastici dalla riva del mare” intorno all’ imbarcadero di Punta, organizzata da Raffaella Valentini, insegnante di yoga e anche membro della nostra associazione.


Poiché la nostra Associazione ha alcuni principi e valori vicini a quelli di GREENPEACE, abbiamo pensato che potesse essere una buona idea entrare in contatto con MIKE FINCKEN, il loro capitano.

Ma come potevamo contattarlo? Abbiamo prima cercato di raggiungere GREENPEACE GRECIA e GREENPEACE INTERNATIONAL e poi le Autorità Portuali della
Lakonia per avere il permesso di avvicinarsi alla nave.
KOSTAS è un buon amico di George Stylianakos, il capitano del traghetto MARILENA,

ancorato ad ELAFONISOS. Il sistema via radio VHF, barca per barca, era l’unico modo per comunicare tra loro.
Il tempo era molto brutto e ventoso a circa 7 su scala Beaufort. Nessun modo di avvicinarsi alla nave.

Lunedì mattina, il tempo non era ancora eccezionale, ma un po’ meglio.
Il capitano GEORGE si mise in contatto con il suo collega MIKE per avere il suo permesso di avvicinarsi al RAINBOW WARRIOR.

Buone notizie: VINI ottenne il permesso di avvicinarsi alla nave e offrire al capitano la nostra borsa di cotone ecologica

e le magliette della nostra associazione, ma aveva solo un’ora a sua disposizione per farlo, perché il Rainbow Warrior era pronto a partire per Heraklion, Creta.

Chiamò immediatamente il taxi marittimo locale per portarla lì, ma senza fortuna! Il taxi era a Neapolis e sarebbe tornato solo nel pomeriggio!

Il capitano GEORGE, che era profondamente coinvolto in questa missione, contattò tutti i suoi amici pescatori per portare Vini alla Rainbow Warrior, ma tutti erano via, a pescare.

Il tempo stringeva e Vini era ancora a bordo del traghetto Marilena in mezzo al mare…

Quando arrivò sul molo di Elafonisos, pochi minuti dopo, corse verso la sua auto e guidò velocemente direttamente verso il piccolo porto dove i pescatori ancorano le loro barche da pesca. Chiese aiuto a due pescatori locali che si trovavano lì. Decisero di aiutarla e andarono direttamente al caffè…. dove vanno la maggior parte dei pescatori dell’isola.

Il signor Pavlos Kapsalis, proprietario di una piccola ma velocissima imbarcazione chiamata “Agia Paraskevi”, in collaborazione con il pescatore Giorgos Liarou, decide di portare Vini lì!

Giorgos conosceva qualche “percorso segreto” nell’acqua di mare poco profonda da seguire per raggiungere il Rainbow Warrior il prima possibile!
Il capitano Pavlos guidava la sua barca come un matto (alla velocità di 40 miglia nautiche/ora!) e le onde colpivano la barca molto duramente.

“Corri bambina, corri!!!!”

Finalmente si avvicinarono alla Rainbow Warrior. Le onde impedivano loro di avvicinarsi alla barca in modo sicuro. Il motore della barca si fermò inaspettatamente e la piccola imbarcazione colpì la forte nave Rainbow Warrior. Si resero allora conto di quanto qualcuno debba essere “forte” per far fronte a tutti questi difficili doveri e missioni che spesso intraprendono!

Fortunatamente i venti che soffiavano sulla nave crearono un riparo sul lato opposto per la piccola barca Agia Paraskevi e poterono avvicinarsi al Rainbow Warrior. Un piccolo cancello sul lato sinistro della nave si aprì e apparve un membro della nave.

Ci provarono ancora una volta e questa volta ce la fecero! I doni erano ora sul Rainbow Warrior!!!

Purtroppo a causa dei forti venti, Vini non potè salire a bordo della nave… ma “MISSIONE COMPIUTA” con il generoso sostegno della gente del posto.

Grati di essere riusciti ad essere così vicini a quella leggendaria nave e di avere a bordo qualcosa dell’Associazione.

Quando Vini è tornata al porto di Elafonisos, ha ricevuto un messaggio molto amichevole dal capitano MIKE:

“Cara Vini,

Che bel gesto a Rainbow Warrior, così accogliente, grazie. Ci siamo ancorati al largo di Elafonisos per ripararci dal vento da NE e abbiamo aspettato che un buon vento di navigazione ci portasse a destinazione, Heraklion. Sono così contento che tu abbia preso contatto e grazie mille per le magliette e la borsa di cotone. Mi dispiace di averti perso però – avevo un piccolo regalo pronto in cambio, ma il marinaio che ti ha salutato non si è presentato nel ponte e quindi non ho potuto dartelo. Ho controllato il tuo sito web e non riesco a trovare un indirizzo postale – per favore inviamelo e te lo mando da Heraklion.

Salpiamo mezz’ora dopo la vostra visita.

Venti sereni,

Michele”

E’ stata davvero una giornata molto emozionante!!

L’arcobaleno naturale di Elafonisos saluta il vascello Rainbow Warrior!

 

Il Rainbow Warrior è un’icona indiscussa della ONG Greenpeace. Sinonimo di superamento dei limiti e campagne senza paura, Greenpeace ha navigato con il nome Rainbow Warrior dal 1978. L’attuale veliero pattuglia gli oceani del mondo dal 2011.

 

 

Pin It on Pinterest

WordPress Cookie Plugin by Real Cookie Banner